Home

Welcome To My Homepage

Email

De Bibliotheca

Biblioteca Telematica

CLASSICI DELLA LETTERATURA ITALIANA

Bullet     Bullet     Bullet     Bullet     Bullet

Oreste

Di: Vittorio Alfieri

BackHomeNext

 

ATTO QUINTO

 

 

SCENA PRIMA

Egisto, Soldati.

 

EGISTO

Oh inaspettato tradimento! oh rabbia!

Oreste sciolto? Or si vedr.

 

SCENA SECONDA

Clitennestra, Egisto.

 

CLITENNESTRA

Deh! volgi

addietro i passi.

EGISTO

Ah scellerata! all'armi

corri tu pure?

CLITENNESTRA

Io vo' salvarti: ah! m'odi;

non son pi quella...

EGISTO

Perfida...

CLITENNESTRA

T'arresta.

EGISTO

Darmi, perfida, vivo promettesti

a quel fellon tu forse?

CLITENNESTRA

A lui sottrarti,

perir dovessi, io giuro. Ah! qui rimani;

in securo ti cela; al furor suo

argin son io frattanto.

EGISTO

Al furor suo

argin miglior fian l'armi. Or va'; mi lascia.

Io corro...

CLITENNESTRA

Ahi! dove?

EGISTO

A trucidarlo.

CLITENNESTRA

A morte

tu corri. Oim! che fai? del popol tutto

non odi gli urli, il minacciar? t'arresta;

io non ti lascio.

EGISTO

Invan l'empio tuo figlio

speri a morte sottrar. Scostati, taci,

lasciami, o ch'io...

CLITENNESTRA

Tu s, svenami, Egisto,

se a me non credi. Oreste. Odi tu? Oreste.

Qual d'ogni intorno quel terribil nome

alto risuona? ah! pi non sono io madre,

se tu in periglio stai: contro il mio sangue

gi ridivengo io cruda.

EGISTO

Il sai, gli Argivi

odian l'aspetto tuo: nei loro petti,

or col mostrarti, addoppieresti l'ira.

Ma il fragor cresce. Ah! tu ne fosti, iniqua,

tu la cagion: per te indugiai vendetta,

ch'or torna in me.

CLITENNESTRA

Me dunque uccidi.

EGISTO

Scampo

io trover per altra via.

CLITENNESTRA

Ti sieguo.

EGISTO

Mal ti fai scudo a me; lasciami: vanne:

a niun patto al mio fianco te non voglio.

 

SCENA TERZA

Clitennestra.

 

CLITENNESTRA

Mi scaccian tutti!... Oh doloroso stato!

Me non conosce pi per madre il figlio;

n per moglie il marito: e moglie, e madre

io son pur anco. Ahi misera! da lungi

pur vo' seguirlo, e non ne perder l'orme.

 

SCENA QUARTA

Elettra, Clitennestra.

 

ELETTRA

Madre, ove vai? deh! nella reggia il piede

ritorci: alto periglio...

CLITENNESTRA

Oreste, narra,

dov'? che fa?

ELETTRA

Pilade, Oreste, ed io,

salvi siam tutti. Ebber piet gli stessi

satelliti d'Egisto. Oreste questi.

grida primier Dimante; il popol quindi:

Oreste viva; Egisto, Egisto muoia.

CLITENNESTRA

Che sento!

ELETTRA

Ah madre! acquetati; il tuo figlio

rivedrai tosto; e delle spoglie infami

del tiranno...

CLITENNESTRA

Ahi crudel! Lasciami, io volo...

ELETTRA

No, no; rimani: il popol freme; e ad alta

voce ti appella parricida moglie.

Non ti mostrar per or; correr potresti

periglio grave: a ci venn'io. Di madre

in te il dolor, nel veder trarci a morte,

tutto appariva: del tuo fallo omai

l'ammenda festi. A te il fratel mi manda,

a consolarti, assisterti, sottrarti

da vista atroce. A ricercar d'Egisto

trascorron ratti in ogni parte intanto

Pilade ed egli, in armi. Ov' l'iniquo?

CLITENNESTRA

L'iniquo Oreste.

ELETTRA

Oh ciel! che ascolto?

CLITENNESTRA

Io corro

a salvarlo; o a morir con esso io corro.

ELETTRA

No, madre, non v'andrai. Fremon gli spirti...

CLITENNESTRA

Mi dovuta la pena; androvvi...

ELETTRA

O madre,

quel vil, che i figli tuoi poc'anzi a morte

traea, tu vuoi?...

CLITENNESTRA

S, lo vo' salvo, io stessa.

Sgombrami il passo: il mio terribil fato

seguir m' forza. Ei mi consorte; ei troppo

mi costa: perder nol vogl'io, n posso.

Voi traditori a me non figli abborro:

a lui n'andr: lasciami, iniqua; ad ogni

costo v'andr: deh! pur ch'io giunga in tempo!

 

SCENA QUINTA

Elettra.

 

ELETTRA

Va', corri dunque al tuo destin, se il vuoi...

Ma tardi fien, spero, i suoi passi. - Armarmi

che non poss'io la destra anco d'un ferro,

per trapassar di mille colpi il petto

d'Egisto infame! Oh cieca madre! oh come

affascinata da quel vil tu sei! –

Ma, pure... io tremo;... or se l'irata plebe

fare in lei del suo re vendetta?... oh cielo!

Seguasi. - Ma chi vien? Pilade! e seco

il fratello non ?

 

SCENA SESTA

Pilade, Elettra, Seguaci di Pilade.

 

ELETTRA

Deh! dimmi: Oreste?...

PILADE

D'armi ei cinge la reggia: certa omai

la preda nostra. Ove si appiatta Egisto?

Vedestil tu?

ELETTRA

Vidi, e rattenni indarno

la forsennata sua consorte: fuori,

per questa porta, ella scagliossi; e disse,

che volea di s fare a Egisto scudo.

Ito era dunque ei pria fuor della reggia.

PILADE

Che agli Argivi mostrarsi osato egli abbia?

Dunque a quest'ora ucciso egli : felice

chi primiero il fera! - Ma, pi dappresso,

maggiori odo le strida...

ELETTRA

Oreste? Ah fosse!...

PILADE

Eccolo, ei vien nel furor suo.

 

SCENA SETTIMA

Oreste, Pilade, Elettra, Seguaci d'Oreste, e di Pilade.

 

ORESTE

Null'uomo

di voi si attenti or trucidarmi Egisto:

brando non v'ha qui feritor, che il mio. –

Egisto, ol; dove se' tu, codardo?

Egisto ove sei tu? Vieni; ti appella

voce di morte: ove se' tu?... Non esci?

Ahi vil! ti ascondi? Invan; n del profondo

Erebo il centro asil ti fia. Vedrai,

tosto il vedrai, s'io son d'Atride il figlio.

ELETTRA

... Ei... qui non .

ORESTE

Perfidi, voi, voi forse

senza me l'uccideste?

PILADE

Ei della reggia

fugg, pria ch'io venissi.

ORESTE

Ei nella reggia

si asconde: io nel trarr. - Qui per la molle

chioma con man strascinerotti: preghi

non v'ha; n ciel, n forza havvi d'averno,

che ti sottragga a me. Solcar la polve

farotti io fino alla paterna tomba

col vil tuo corpo: ivi a versar trarrotti,

tutto a versar l'adultero tuo sangue.

ELETTRA

Oreste, a me non credi? a me?...

ORESTE

Chi sei?

Egisto io voglio.

PILADE

Ei fugge.

ORESTE

Ei fugge? e voi,

vili, qui state? il trover ben io.

 

SCENA OTTAVA

Clitennestra, Elettra, Pilade, Oreste, Seguaci d'Oreste, e di Pilade.

 

CLITENNESTRA

Figlio, piet.

ORESTE

Piet?... Di chi son figlio?

Io son d'Atride figlio.

CLITENNESTRA

di catene

gi carco Egisto.

ORESTE

Ancor respira? oh gioja!

A trucidarlo v.

CLITENNESTRA

T'arresta. Io sola

il tuo padre svenai; svenami:... Egisto

reo non ne fu.

ORESTE

Chi, chi mi afferra il braccio?

chi mi rattiene? oh rabbia! Egisto... io 'l veggo;

qui strascinato ei vien;... togliti...

CLITENNESTRA

Oreste,

non conosci la madre?

ORESTE

Egisto pera.

Muori fellon; di man d'Oreste or muori.

 

SCENA NONA

Clitennestra, Elettra, Pilade, Seguaci di Pilade.

 

CLITENNESTRA

Ahi! mi sfugg!... Tu svenerai me pria.

 

SCENA DECIMA

Elettra, Pilade, Seguaci di Pilade.

 

ELETTRA

Pilade, va'; corri, trattienla, vola;

qui la ritraggi.

 

SCENA UNDECIMA

Elettra.

 

ELETTRA

Io tremo... Ella pur sempre

madre: pietade aver sen dee. - Ma i figli

vedea pur ella sulle soglie or dianzi

di morte infame; e il duolo in lei, l'ardire

era allor quanto per costui? - Ma giunto

il giorno al fin s sospirato. Esangue

tu cadi al fin, tiranno. - Un'altra volta

la reggia tutta rimbombare io sento

de' pianti, e gridi, onde eccheggiar la udia

in quella orribil sanguinosa notte,

che fu l'estrema al padre mio. - Gi il colpo,

vibr il gran colpo Oreste. Egisto cadde;

gi me lo annunzia il popolar tumulto:

eccolo, Oreste vincitor: grondante

di sangue ha il ferro.

 

SCENA DUODECIMA

Elettra, Oreste.

 

ELETTRA

O fratel mio, deh! vieni;

vendicator del re dei re, del padre,

d'Argo, di me; vieni al mio sen...

ORESTE

Sorella,...

me degno figlio al fin d'Atride vedi.

Mira, sangue d'Egisto. Io 'l vidi appena,

corsi a ucciderlo l; n rimembrai

di strascinarlo alla tomba del padre.

Ben sette e sette volte entro all'imbelle

tremante cor fitto e rifitto ho il brando: -

pur non ho sazia la mia lunga sete.

ELETTRA

In tempo dunque a rattenerti il braccio

non giungea Clitennestra.

ORESTE

E chi da tanto

fora? a me il braccio rattener? Sovr'esso

io mi scagliai; non pi ratto il lampo.

Piangea il codardo, e pi m'empiea di rabbia

quel pianto infame. Ah padre! uom che non osa

morir, ti uccise?

ELETTRA

Or vendicato il padre;

tuoi spirti acqueta; e dimmi: agli occhi tuoi

Pilade non occorse?

ORESTE

Egisto io vidi,

null'altro. - Ov' Pilade amato? e come

a tanta impresa non l'ebb'io secondo?

ELETTRA

A lui la disperata madre insana

dianzi affidai.

ORESTE

Nulla di loro io seppi.

ELETTRA

Ecco, Pilade torna;... oh ciel! che veggio?

Solo ei ritorna?

ORESTE

E mesto!

 

SCENA ULTIMA

Oreste, Pilade, Elettra.

 

ORESTE

Oh! perch mesto,

parte di me, se' tu? non sai che ho spento

io quel fellone? vedi; ancor di sangue

stillante il mio ferro. Ah, tu diviso

meco i colpi non hai! pasciti dunque

di questa vista gli occhi.

PILADE

Oh vista! - Oreste,

dammi quel brando.

ORESTE

A che?

PILADE

Dammelo.

ORESTE

Il prendi.

PILADE

Odimi. - A noi non lice in questa terra

pi rimaner: vieni...

ORESTE

Ma qual?...

ELETTRA

Deh! parla:

Clitennestra dov'?

ORESTE

Lasciala: or forse

al traditor marito ella arde il rogo.

PILADE

Pi che compiuta hai la vendetta: or vieni;

non cercar oltre...

ORESTE

Oh! che di' tu?...

ELETTRA

La madre

ti ridomando, Pilade. - Oh, qual m'entra

gel nelle vene!

PILADE

Il cielo...

ELETTRA

Ah! spenta forse...

ORESTE

Volte in se stessa infuriata ha l'armi?...

ELETTRA

- Pilade; oim!... tu non rispondi?

ORESTE

Narra;

che fu?

PILADE

Trafitta...

ORESTE

E da qual mano?

PILADE

- Ah! vieni...

ELETTRA

Tu la uccidesti.

ORESTE

Io parricida?...

PILADE

Il ferro

vibrasti in lei, senza avvederten, cieco

d'ira, correndo a Egisto incontro...

ORESTE

Oh quale

orror mi prende! Io parricida? - Il brando,

Pilade, dammi: io 'l vo'...

PILADE

Non fia.

ELETTRA

Fratello...

PILADE

Misero Oreste!

ORESTE

Or, chi fratel mi noma?

Empia, tu forse, che serbato a vita,

e al matricidio m'hai? - Rendimi il brando,

il brando;... oh rabbia! - Ove son io? che feci?...

Chi mi trattien?... Chi mi persegue?... Ahi! dove,

dove men fuggo?... ove mi ascondo? - O padre,

torvo mi guardi? a me chiedesti sangue:

e questo sangue;... e sol per te il versai.

ELETTRA

Oreste, Oreste... Ahi misero fratello!...

Gi pi non ci ode;... fuor di s... Noi sempre,

Pilade, al fianco a lui staremo...

PILADE

Oh dura

d'orrendo fato inevitabil legge!

 


[1] Correndo verso Pilade

[2] Raccogliendo il pugnale caduto appi di Clitennestra.


Bar

Bar

Home

Back

Next

Email

Edizione HTML a cura di: mail@debibliotheca.com
Ultimo Aggiornamento:
17/07/2005 01.06

Bar

Guestbook
View Guestbook