Home

Welcome To My Homepage

Email

De Bibliotheca

Biblioteca Telematica

CLASSICI DELLA LETTERATURA ITALIANA

Bullet     Bullet     Bullet     Bullet     Bullet

EPIGRAMMI

di: Vittorio Alfieri

Bar

alfieri.jpg (14216 byte)

BackHomeNext


Molti siete; i' son uno:
Ma in ogni cosa si' diversi noi,
Che quando voi sarete affatto Niuno,
Io saro' pur Qualcuno.
Potete or dunque, o masnadieri eroi
Rompermi si', ma non piegar me voi.

Di' 7 luglio 1798. Pettinandomi

Manoscritto "Alfieri" 13, carta 58v, Biblioteca Medicea Laurenziana, Firenze






Sia Pace ai frati,
Purche' sfratati:
E pace ai preti,
Ma pochi e queti:
Cardinalume non tolga lume:
Il maggior prete
Torni alla rete:
Leggi, e non re:
L'Italia c'e'.






Dare e tor quel che non s'ha,
E' una nuova abilita'.
Chi da' fama?
I giornalisti.
Chi diffama?
I giornalisti.
Chi s'infama?
I giornalisti.
Ma chi sfama
I giornalisti?
Gli oziosi, ignoranti, invidi, tristi.






L'uom che in un sol sonetto
Ha un po' di me mal detto,
Io credero' che amico ognor mi sia
Fin ch'ei scrive tragedie in lode mia.






Ho visto gia' quel ch'e':
Tu sparli ognor di me,
Perch'io ti mandi....alla posterita'.
Se a cio' basta un mio calcio; eccotel, va'.
Ma nel nomar io te
Mai la mia penna non s'imbrattera'






Biasimando laudate;
Laudando biasimate;
Parlando tacete;
Tacendo tacete;
Ma non campate.
1783





Bar

Bar

Home

Email

Edizione HTML a cura di: [email protected]
Ultimo Aggiornamento:
13/07/2005 22.41

Bar

Guestbook
View Guestbook