fancyhome3.gif (5051 bytes) blushrosetit.gif (31930 bytes) fancyemail.gif (5017 bytes)

De Bibliotheca

Biblioteca Telematica

CLASSICI DELLA LETTERATURA ITALIANA

fancybarT.gif (5506 bytes)

Appendice prima
fancybulsm.gif (614 bytes)
Inferiorità

ITALO SVEVO

[PRIMO]

fancybul.gif (2744 bytes)     fancybulsm.gif (614 bytes)    fancybul.gif (2744 bytes)    fancybulsm.gif (614 bytes)    fancybul.gif (2744 bytes)

fancybarB.gif (5659 bytes)

 

 

 

 

GIOVANNI.         Padrone! Padrone mio!

ALFREDO           (balbetta). Nel portafogli, eccolo, eccolo. (Sviene di nuovo.)

GIOVANNI.         È morto! È morto! (Si cela la faccia e piange dirottamente.)

 

SCENA SESTA

ALBERIGHI, SQUATTI e DETTI

 

ALBERIGHI.       Insomma, vuoi aprirci?

SQUATTI.           Qui si muore soffocati. Ho caldo! Ho caldo!

ALBERIGHI.       Alfredo! Apri! La scommessa l'hai già perduta. Rassegnati e beviamo un bicchierino insieme.

GIOVANNI.         La scommessa! Ebbene! È perduta! (Va ad aprire la porta.) Io ho ucciso il mio padrone. Non lo volevo. Il revolver è scattato da solo.

ALBERIGHI.       Il mio revolver? Se anche scatta non fa male a nessuno perché manca di pallottole.

GIOVANNI.         Ma è ferito! È ferito al petto. (Corre ad Alfredo ad esaminarlo.) Non ha ferite! La camicia è bruciacchiata! (Si mette in ginocchio.) Grazie, mio Dio! Io non ho ammazzato nessuno! (Poi si alza e vuole abbracciare Alberighi.) Oh! Voi siete un grande uomo. Avevate previsto tutto.

ALBERIGHI.       Il revolver è caricato cosí dacché l'ho. Io non ho mai avuto bisogno neppure di farlo vedere.

SQUATTI.           Peccato che non lo sapevo.

ALFREDO           (rinvenendo. Si tocca il petto). Non ho piú il portafogli. Chi me l'ha rubato? (Si strascica al tavolo e siede tenendosi la testa nelle mani.) Sí! Sí! Mi pare di ricordare. L'ho consegnato io. Ho perduto la scommessa.

ALBERIGHI.       Si potrebbe ora fare una buona pace e sedere insieme a bere qualche cosa?

ALFREDO.          Bevete! Bevete! Io non so ancora rimettermi dall'essere stato ammazzato. Giovanni! (Gli parla con qualche ribrezzo.) Offri tu ai signori quanto di meglio c'è in casa. Parlate pure! Parlate forte! Io dormirò piú sicuro. Non ho nessun obbligo di apparire coraggioso. Non ne ho nemmeno il desiderio.

ALBERIGHI.       Servici, bene, Giovanni! E quando maneggi un revolver fa in modo che non scatti da solo.

 

fancybarT.gif (5506 bytes)

fancybul.gif (2744 bytes)

fancybulsm.gif (614 bytes)        fancybulsm.gif (614 bytes)         fancybulsm.gif (614 bytes)

fancyhome3.gif (5051 bytes)

Edizione HTML a cura di: [email protected]
Ultimo Aggiornamento:17/07/2005 20.31

fancyemail.gif (5017 bytes)

fancylogo.gif (5205 bytes)
fancybul.gif (2744 bytes)
Top